Aspettativa


L’art.  18,  comma 3 del CCNL del 29.11.2007 del comparto scuola prevede la concessione  di un periodo di aspettativa per un tempo corrispondente ad un anno  scolastico  al  dipendente  della  scuola  a  tempo indeterminato che volesse  realizzare  l’esperienza  di  una  diversa  attività  lavorativa o superare  un  periodo  di  prova.  Tale esperienza può essere effettuata in ambito pubblico o privato.
Gli  artt.  36  e  59  del  su  citato contratto,  invece, disciplinano la possibilità   per   il  personale  docente  ed  ATA  di  accettare,  sempre nell’ambito  del comparto scuola, rapporti di lavoro a tempo determinato di durata  non  inferiore  ad un anno scolastico, mantenendo, senza assegni la titolarità di sede per un periodo complessivo di anni tre.
Ne  consegue  che diversa è la species del genus aspettativa di riferimento dei  due  articoli,  e  che  solo  per  l’art.  18,  comma  3, il periodo è circoscritto ad un anno scolastico.  


Cfr. anche art. 18 della L. 183/2010
L.183/2010

Art. 18.

                            (Aspettativa)

1. I dipendenti pubblici possono  essere  collocati  in  aspettativa, senza assegni e senza decorrenza dell'anzianità di servizio, per  un periodo  massimo di dodici  mesi, anche  per avviare attività professionali e imprenditoriali. L'aspettativa e' concessa dall'amministrazione,  tenuto  conto  delle  esigenze  organizzative, previo esame della documentazione prodotta dall'interessato. 
2. Nel periodo di cui al comma 1 del presente articolo non si applicano le disposizioni in tema di incompatibilità di cui all'articolo 53 del decreto legislativo 30 marzo 2001,  n.165, e successive modificazioni.
3. Resta fermo quanto previsto dall'articolo 23-bis del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni.

Contatti | Privacy Policy | Credits

FLC CGIL Pordenone - Via S. Valentino 30 - 33170 Pordenone - Tel. 0434.541227

Copyright © 2019. All Rights Reserved.