Insegnanti, più vincoli agli spostamenti da parte dei dirigenti

A ottobre era stato contestato il trasferimento d'una maestra
Obiettivo del provvedimento è garantire la continuità didattica

Il Messaggero Veneto del 27/12/2018

PASIANO. «I dirigenti non potranno spostare gli insegnanti nel 2019-2020 nemmeno a Pasiano». Fine del braccio di ferro sui docenti trasferiti d'ufficio da un plesso all'altro: Giuseppe Mancaniello, allo sportello sindacale Flc Cgil, conferma il nuovo contratto sulla mobilità. «I genitori nell'ottobre scorso avevano protestato in Prefettura a Pordenone contro lo spostamento di una maestra nel comprensivo di Pasiano», ha ricordato il sindacalista. Ora arriva la garanzia della continuità didattica e le famiglie ringraziano. «Stop ai dirigenti-sceriffo - ha confermato Mancaniello -. Il contratto sulla mobilità ha una clausola che vieta ai dirigenti scolastici di trasferire di propria iniziativa i docenti da un comune all'altro». Il contratto Aran sulla mobilità 2019-2020 toglie potere ai presidi. «Le nuove norme prevedono che i dirigenti per assegnare gli insegnanti ai plessi e alle sezioni presenti in altri comuni debbano rispettare la continuità didattica e poi il principio del maggiore punteggio dei docenti - ha aggiunto Mancaniello -. Molti dirigenti non lo hanno fatto». Il nuovo vincolo evita che alunni e studenti cambino insegnante da un anno all'altro e garantisce il rispetto del principio del punteggio degli insegnanti. «In caso di riduzione del numero delle classi - è il dettaglio fornito allo sportello sindacale - il docente con meno punteggio sarà trasferito altrove. I diversi casi di insofferenza e proteste da parte di famiglie e insegnanti sono ai titoli di coda».La contrattazione tra Rsu, sindacati e dirigente aprirà il tavolo entro l'estate 2019. «A Pasiano le proteste dei genitori in Prefettura riguardavano due classi terze nella primaria - Mancaniello ha rievocato anche la giornata senza scolari in aula -. Il caso era quello della maestra Daniela Prissinotti, trasferita nel plesso di Cecchini da Pasiano». Niente da fare. «La fumata nera al tavolo di contrattazione nel comprensivo di Pasiano è archiviata - i sindacati non erano stati ascoltati -. Lo spostamento illegittimo di sei insegnanti è capitato da Pasiano a Cecchini e viceversa». Il dialogo si era concluso con un nulla di fatto. «Spostare da un plesso all'altro sei insegnanti è nei poteri del dirigente - ha concluso il sindacalista - se prima ha sentito il parere collegiale e si è confrontato al tavolo sindacale». --

Contatti | Privacy Policy | Credits

FLC CGIL Pordenone - Via S. Valentino 30 - 33170 Pordenone - Tel. 0434.541227

Copyright © 2019. All Rights Reserved.