Storia e memoria nell'opera di Primo Levi

Una proposta didattica alle scuole in occasione del centenario della nascita del grande scrittore

Con una proposta didattica di alto valore formativo e pedagogico, l'associazione professionale Proteo Fare Sapere si accinge a celebrare, in modo non formale, il centenario della nascita di Primo Levi.

Non è una proposta di occasione perché Proteo, ma anche la FLC e le Edizioni Conoscenza si sono sempre occupate del difficile rapporto tra storia e memoria e del modo con il quale il grande scrittore torinese si è cimentato con esso.

Primo Levi è stato protagonista e testimone di una delle pagine più tragiche dell'Europa moderna. Lo ha fatto scrivendo libri che sono tradotti e diffusi in tutto il mondo per i quali è considerato, appunto, un grandissimo scrittore non solo italiano.

I laboratori didattici per la lettura e l'analisi delle opere di Primo Levi sono l'occasione per impegnare gli studenti a ragionare, oltre le discipline, su letteratura, storia, impegno civile, producendo alla fine un lavoro (uno scritto, un video, un disegno, una piece teatrale…) su quanto ha suscitato in loro la lettura di Levi. Mettendo in moto ragione e sentimento.

Proteo ed Edizioni Conoscenza mettono a disposizione delle scuole che aderiranno al progetto pubblicazioni utili sulla figura e le opere di Levi, in particolare un opuscolo con suggerimenti didattici e mappe concettuali, un numero monografico della rivista "Articolo 33" e, se richiesto, assistenza e tutoraggio.

I primi risultati del lavoro delle scuole saranno presentati (e premiati) a Roma in due iniziative. La prima, il 7 novembre, nella sala Zuccari, una prestigiosa sede del Senato a Palazzo Giustiniani. La seconda, il 27 gennaio, giorno della memoria, in una sede da definire.

Per saperne di più sui laboratori.

Per leggere l'indice e qualche articolo della rivista.

Contatti | Privacy Policy | Credits

FLC CGIL Pordenone - Via S. Valentino 30 - 33170 Pordenone - Tel. 0434.541227

Copyright © 2019. All Rights Reserved.