Il parere del CSPI sulla equivalenza tra valutazione finale della licenza liceale europea e degli esami di stato

Valutato lo schema di decreto del Ministro recante “equivalenza tra i punteggi finali della licenza liceale europea e i punteggi finali degli esami di stato conclusivi dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado”.

Il 22 gennaio 2021, il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI), riunito in seduta plenaria con modalità a distanza, ha espresso il previsto parere sullo schema di decreto del Ministro recante "Equivalenza tra i punteggi finali della Licenza Liceale Europea e i punteggi finali degli esami di Stato conclusivi dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado"

Il CSPI in considerazione della necessaria adozione di una tabella di equivalenza, sottolinea in premessa le marcate differenze tra i due sistemi di valutazione e i relativi punteggi finali che per la Licenza Liceale Europea vanno da un minimo di 50 ad un massimo di 100, mentre, come è noto, per gli esami di Stato conclusivi del nostro sistema di istruzione, si parte da un minimo di 60 per arrivare ad un massimo di 100 e lode, con precisi criteri di valutazione del percorso scolastico per l’attribuzione della lode.

In merito al sistema di parametrazione proposto, il parere rileva, per un verso la corretta equiparazione dei punteggi minimi, mentre per altro verso segnala la necessità di rivedere la corrispondenza dei punteggi massimi (intervallo 97,40 ÷ 98 equiparato a 100).

Viene richiesto, pertanto, che l’intervallo 50÷100 sia riportato linearmente all’intervallo 60÷100 e si preveda la definizione di criteri aggiuntivi da individuare nel percorso di studi per l’attribuzione della lode.

 

Contatti | Privacy Policy | Credits

FLC CGIL Pordenone - Via S. Valentino 30 - 33170 Pordenone - Tel. 0434.541227

Copyright © 2021. All Rights Reserved.